Programma Habitat – Microaree Trieste

Nel Comune di Trieste alla fine del 1998 prende avvio il Programma “Habitat-microaree”, in ambiti territoriali con rilevante presenza di case di edilizia residenziale pubblica.

Il Programma ha finalità di promozione di benessere e coesione sociale.

E’ realizzato in sinergia tra soggetti pubblici (Ater di Trieste, Comune di Trieste, Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina), associazioni, organismi della cooperazione sociale e del volontariato che intervengono con azioni coerenti ed organiche nei settori della sanità, dell’educazione, dell’habitat, del lavoro e della democrazia locale, come indicato dall’OMS e da istituzioni europee (Consiglio europeo di Lisbona, marzo 2000; Commissione europea, febbraio 2005 “Agenda per la politica sociale”). La sperimentazione, che inizialmente riguardava unicamente gli inquilini abitanti in edifici gestiti dall’Ater, è stata negli anni estesa alle famiglie abitanti i territori limitrofi alle case popolari (“microaree”).

Gli obiettivi generali di Habitat Microarea sono:

  • Tutela della salute e prevenzione del disagio sociale

  • Sviluppo di comunità attraverso lo stimolo di forme di partecipazione attiva, socializzazione, associazionismo fra gli abitanti per favorire comunicazione, solidarietà e aiuto reciproco.

  • Miglioramento della qualità della vita e delle condizioni abitative

  • Cura e assistenza preventiva ai soggetti più fragili

Trieste conta attualmente 14 sedi Habitat Microaree con sportelli di Portierato Sociale nel territorio di Trieste. Qui sono disponibili diversi servizi di pertinenza degli Enti promotori con attività di sportello per informazioni, segnalazioni e richieste in campo sanitario, assistenziale, abitativo.

Le sedi sono aperte alla collettività e in ciascuna area diventano centro di riferimento per la comunità, vengono organizzati momenti di aggregazione e attività socio ricreative rivolte ai residenti (pranzi condivisi, biblioteche diffuse ecc.), con particolare attenzione alle persone fragili, volti a favorire e sviluppare nei quartieri una comunità più coesa e solidale. Inoltre, anche con la collaborazione del Terzo Settore, ci si occupa delle singole esigenze delle persone: vengono svolte azioni di aiuto alle persone in difficoltà (come ad esempio accompagnamenti, spese, ritiro di farmaci, doposcuola) in particolare gli anziani. Occasionalmente si organizzano anche eventi di animazione territoriale nei rioni.

 

Enti Pubblici

Gli enti pubblici promotori del Programma Habitat Microaree sono:

Comune di Trieste

La partecipazione del Comune alle attività di Habitat-Microaree è stata seguita sin dall’avvio dal Dipartimento Servizi e Politiche Sociali attraverso la stipula di un Protocollo di intesa con gli altri Enti pubblici coinvolti.